lunedì, 2017-12-11



Language Selection

Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)


Torre Longobarda XII sec - Camera del Cigno - Camera del Leone - Camera del Corvo - Camera del Templare

Questa antichissima torre quadrata in pietra, risalente al Medioevo e in particolare al XII sec, è parte integrante del nucleo più antico e originario del Castello di Castelleone. Incastonata fra i giganteschi muri perimetrali del maniero che raggiungono e superano i 2,5 mt. di spessore pieno, si erge possente ed arcigna a guardia della vallata. Piccole finestre, barbacane, feritoie ed arciere per il tiro incrociato ne ricordano l’origine militare e sono tangibile testimonianza del passato cavalleresco e difensivo del castello. La Torre è caratterizzata da 5 ambienti sovrapposti, un magnifico e sovrastante terrazzo solarium affacciato sulla parte più bassa del parco e sulla piscina, un ampio camminamento di ronda sovrastante l’antico porticato e, dulcis in fundo, il belvedere posto sulla sommità della Torre da cui si può godere un’incomparabile vista a 360° sulla Media Valle del Tevere e le città di Deruta, Perugia, Todi, Spoleto fino alla catena dei monti che portano in Toscana. Gli interni della Torre Longobarda collegati fra loro da una scala in legno massiccio, suddivisi in due bagni al primo livello, una camera da letto singola e tre camere doppie poste rispettivamente al secondo, terzo, quarto e quinto livello collegati con una caratteristica scala circolare scavata all’interno dei muri di pietra, sono caratterizzati da un aspetto più semplice e “spartano” rispetto alle più fastose e lussuose suite del piano nobile del Castello. Letti e arredi antichi, pareti interne con pietra a vista, piccole finestre e orifizi di origine militare, scavati nel vivo della pietra, ci riportano indietro nel tempo e ci danno ancor oggi l’idea della vita ad un tempo dura e semplice dell’ epoca medioevale. La Torre Longobarda è collegata con una porta al chiostro e all’antico porticato del castello mentre nella parte bassa conduce direttamente nell’area più bassa del parco riservata alla piscina.

In sintonia con la regola degli “armonici contrasti” che caratterizzano il Castello (fuori arcigno dentro gentile) anche la Torre Longobarda, contornata e sovrastata da massicci cannoni ed obici  e dalla statua equestre del grande cavaliere feudale quattrocentesco Giorgio Castriota Skandeberg, a guardia del Castello e della Valle, scolpiti nel bronzo e nella ghisa, è ingentilita da un bianco ed antico roseto rampicante che ne abbraccia gli oltre 35 metri di altezza. Vai alla seconda parte del testo

 
 

 

Dettaglio artistico della “Torre Longobarda” (interni):
- al primo livello (ingresso piscina) due bagni adiacenti scavati nel vivo della pietra e con pareti attrezzate                       - al secondo livello la Camera del Cigno con antico letto  in legno massiccio e tipico lavabo in legno e marmo. Feritoie e arciere su tutti i lati
- al terzo livello la Camera del Leone con antico letto matrimoniale in legno massiccio e arredi ottocenteschi.
- al quarto livello la Camera del Corvo, posta a livello del terrazzo affacciato sulla piscina, è caratterizzata da un bellissimo letto in noce massiccio alla veneziana del XIX sec. con relativi comodini di pari epoca e caratteristico armadio a muro ricavato nel vivo della pietra.
- al quinto ed ultimo livello la fascinosa Camera del Templare dotata di un letto matrimoniale del XIX sec. in legno di noce intarsiato con fregi in bronzo dorato e armadio a muro ricavato nel vivo della pietra. Di particolare suggestione la finestra che si affaccia sulle mura perimetrali del Castello e del borgo lasciando intravedere in lontananza la quarta ed ultima torre quadrata del Castello di Castelleone. E’ questo un luogo che richiama alla mente le antiche e leggendarie gesta dei Cavalieri Templari,  il cui spirito ancora aleggia fra le mura del Castello.

Ultimo aggiornamento Mercoledi 15 Settembre 2010 23:13