lunedì, 2017-12-11



Language Selection

Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)


Sala Rinascimentale
Il piano nobile del Castello, oltre ad alcune delle più belle suite, presenta un insieme di salotti e stanze per la meditazione di indimenticabile bellezza. Attraversando l'Office si raggiunge la Sala Rinascimentale con l’antico camino in pietra a “colonne tortili” del XVI sec. La particolare raffinatezza di questo ambiente, col soffitto e le pareti dipinte, è esaltata dalla presenza di un incredibile e assolutamente museale lampadario in vetro opalino policromo di Murano, nei tipi “Ca Rezzonico” denominato "Inverno sulla Laguna" e risalente alla seconda metà dell’Ottocento. La rarità del manufatto di vetro rende ancora più preziosa questa stanza arricchita fra l’altro da importanti maioliche di Deruta, da un bel arazzo francese sette-ottocentesco a colori vegeali ripreso dai temi del “Amor Sacro e Amor Profano” di Tiziano. Il salotto dà accesso al balcone Quattrocentesco in pietra che si affaccia solitario sul parco, chiamato anche Balcone delle Dame  Vai alla seconda parte del testo
 

Dettaglio artistico della “Sala Rinascimentale”

straordinario e museale lampadario opalino policromo di Murano a 18 luci della seconda metà del XIX sec “Inverno sulla Laguna”). Si tratta di un’opera fra le più significative mai realizzate a Murano negli ultimi 2 secoli.
- trittico di anfore in maiolica d’arte di Deruta all’interno di nicchie nel muro
- diversi tavolini da gioco in mogano e noce del XIX sec.
- coppia di consolle della fine del Cinquecento con antichi intarsi
- piatti e formelle in maiolica d’arte di Deruta raffiguranti dame e cavalieri
arazzo di fine Settecento a colori vegetali dai tipi Gobelins francesi raffigurante “L’Amor
sacro e l’Amor Profano” tratto dal celebre dipinto di Tiziano oggi alla Galleria Borghese in Roma

- trittico di specchiere con cornici dorate e specchi al mercurio del XIX sec.
- dipinto olio su tela raffigurante “Madonna”
- coppia di ritratti di antenati entro cornici dorate del XIX sec.
- grande scudo in rame sbalzato con stemma araldico
antico seggiolone “a trono” con doghe incrociate alla Savonarola e tessuto blu e rosso in velluto e testa di leone intagliata
- salotto composto da grande divano e coppia di poltrone “bergère” in tessuto damascato
- antico tappeto persiano Keshan a decori floreali sul blu cobalto
- tappeto persiano floreale
importante camino in pietra serena con colonne tortili del pieno Cinquecento e cappa dipinta
con motti di famiglia entro cartigli

- pareti e soffitto decorati a motivi floreali e geometrici con travi a vista
Balcone delle Dame quattrocentesco in pietra serena con quadrifogli quadrilobati gotici
Il balcone è affacciato sul versante anteriore del parco, al centro della facciata del Castello.

 

 
 
 
 
 
Ultimo aggiornamento Martedi 21 Settembre 2010 00:00