lunedì, 2017-12-11



Language Selection

Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)


Grande Salone Padronale

Risalita la Scala Rinascimentale collocata nel grande Andito d'ingresso del Castello si entra negli appartamenti destinati ai proprietari del Castello. Subito si affaccia il Grande Salone Padronale (ca. 60 mq.) con un importante camino in pietra e mattoni del XVII sec. e arredi di pregio, grande tavolo in noce formellato a losanghe (allungabile), una magnifica specchiera sopracamino del Settecento veneziano totalmente in vetro con policromie, un salotto antico in seta, la Biblioteca privata in noce e vari dipinti e arredi d’arte.. Ai lati della finestra due grandi quadri raffiguranti una  natura morta e un paesaggio di fine del XVII secolo.  Vai alla seconda parte del testo

 

Dettaglio artistico del “Grande Salone Padronale”
- tavolo formellato a losanghe allungabile in noce e legni vari.
- 8 sedie in noce
- coppia di raffinati lampadari di Boemia in cristallo policromo del XIX sec. (complessive 48 luci)
- coppia di eleganti armadi Biedermeier (1850 ca.) con pinnacoli in legno ebanizzato
- salotto del XIX sec. in seta dorata con tappezzeria originale composto da grande divano e due poltrone “à la Reine”
- tappeto persiano antico di grandi dimensioni a decori floreali che riprendono i colori dei lampadari
- grande biblioteca in noce massiccio con ripiani “a giorno”
- coppia di preziosi tavoli da salotto dipinti a mano in maiolica d’arte di Deruta con scene di paesaggio e di genere
- antico camino in pietra e mattoni del Seicento con fondo da camino di pari epoca in ferro sbalzato
- coppia di  grandi dipinti olio su tela raffiguranti “Nature morte” e “Paesaggio” del Seicento
- dipinto olio su tela “Madonna col Bambino e un alto Prelato”, pregevole interpretazione del XIX sec. di un’opera di Roger van der Weyden con antica cornice lignea dorata
- dipinto olio su tela “Il Pifferaio” opera autografa del celebre pittore tedesco del ‘700 Carl Loth (Carlotto)
- piccolo pannello dentro nicchia in maiolica d’arte di Deruta raffigurante “Madonna”
- importante ed antica incisione tedesca “a bulino” del Cinquecento dipinta ad olio ed acquerellata raffigurante “Il Calvario” ispirata ai modi compositivi di Albrecht Durer.
- pavimento in travertino tutta massa con inserzioni di tozzetti dipinti a mano
- tendaggi in tessuto di lino ricamate a mano con stemma nobiliare della famiglia proprietaria
- televisore Samsung al plasma con sistema “ad onde convogliate” e collegamento internet
 
 
 
 
 
Ultimo aggiornamento Venerdi 18 Febbraio 2011 15:51